Dal 2 al 4 giugno si svolgerà il worskhop “Sumer and the Sea: Delta, Shoreline, and Urban Water Management in 3rd Millennium Mesopotamia”, organizzato nell'ambito del Dipartimento Istituto di studi orientali, in collaborazione con University of Pennsylvania, European Center for Upper Mesopotamian Studies, University of Cambridge e Woods Hole Oceanographic Institution.
All'appuntamento prenderanno parte esperti nazionali e internazionali coinvolti nelle recenti ricerche archeologiche e geo-archeologiche nella Mesopotamia meridionale, che si confronteranno sul tema del rapporto dei Sumeri con l'acqua e il mare. In particolare, i nuovi dati, ottenuti tramite remote-sensing e indagini geo-archeologiche, permetteranno di discutere l'evoluzione dell’antica linea di costa, la cui progradazione nel corso dei secoli ha profondamente modificato il paesaggio e condizionato la vita degli insediamenti della Mesopotamia meridionale. La presentazione delle recenti ricerche archeologiche e geo-archeologiche nel sud dell'Iraq, insieme alle coeve fonti cuneiformi, arricchirà le nostre prospettive storiche sul modo in cui i Sumeri si adattarono all'ambiente paludoso, utilizzando e gestendo l'acqua fuori e dentro le città. L'incontro sarà occasione per discutere delle diverse strategie e dei metodi di ricerca attualmente in uso, includendo anche aspetti pratici e problematiche condivise del lavoro geo-archeologico in Iraq.
Tra gli organizatori, Licia Romano e Franco D'Agostino (Dipartimento Istituto di Studi Orientali), con la collaborazione di Holly Pittman e Reed Goodman (University of Pennsylvania), Marc Lebeau (European Center for Upper Mesopotamian Studies), Cameron Petrie (University of Cambridge) e Liviu Giosan (Woods Hole Oceanographic Institution, Woods Hole , MA), all’interno delle attività della “International Association for Archaeological Research in Western & Central Asia” (ARWA).
Registrazione al seguente link https://uniroma1.zoom.us/webinar/register/8516178888138/WN_pDAFLf4JRtqC6...