Mercoledì 27 gennaio, presso la sede di Architettura di piazza Borghese, l'architetto giapponese Kengo Kuma tiene una conferenza in occasione del lancio del suo nuovo libro "L'anti oggetto: dissolvere e disintegrare l'architettura" (Ilios editore, Bari 2016). Il testo spiega come l'architettura moderna abbia consapevolmente asservito il soggetto all'oggetto architettonico. L'anti-oggetto quindi è il modo per ristabilire l'equilibrio necessario e per porre nuovamente l'architettura al servizio della gente. All'evento partecipano Anna Maria Giovenale, preside della Facoltà di Architettura, Piero Ostilio Rossi direttore del Dipartimento di Architettura e progetto e l'architetto Mario Ferrari, curatore dell'edizione italiana del volume.