Martedì 17 e mercoledì 18 novembre, presso Villa Mirafiori, si svolgono due conferenze del compositore e direttore d'orchestra Enzo Amato, presidente dell’Istituto internazionale per lo Studio del ‘700 Musicale napoletano. Nel corso degli incontri, organizzati dal dipartimento di Studi europei americani e interculturali, si discute dell'influenza della Scuola musicale napoletana sullo sviluppo della musica in Russia, dei musicisti napoletani in Russia nel Settecento e dell'opera "Cefalo e Procri" su libretto in russo di Alexander Sumarokov composto nel 1755 da Francesco Araja.