Giovedì 5 novembre, presso l'aula 1 della Facoltà di Ingegneria civile e industriale, si tiene la sesta conferenza del ciclo "Ingegneria Incontra". L'evento, a cura di Mattia Crespi, analizza il Gps, il tradizionale strumento utilizzato nelle automobili o negli smartphone, che insieme a un’informazione cartografica permette di raggiungere i luoghi prefissati. Il GPS però ha anche svariate applicazioni in ambito tecnico - scientifico e può dare un grande contributo per proteggerci da grandi cataclismi naturali. Il Gruppo di positioning dell’area di Geodesia e Geomatica, a partire dal 2007 ha portato all’invenzione di un algoritmo, chiamato Vadase e brevettato internazionalmente dalla Sapienza, che trasforma il GPS in un prezioso sismografo, utile per capire come si muove il suolo durante un terremoto e per sapere se un sisma in mare può generare un pericoloso tsunami.