Sabato 24 ottobre, presso l’aula magna, l’Istituzione universitaria dei concerti presenta il pianista Alexander Romanovsky. Il musicista ucraino, naturalizzato italiano, ha scelto per l’occasione un programma che attinge dalla produzione ottocentesca, con una serie di lavori rappresentativi della vasta letteratura pianistica di quel periodo. In programma musiche di Ludwig van Beethoven, Franz Liszt e Johannes Brahms.