Lunedì 8 giugno, presso il Rettorato, si tiene il convegno internazionale “Medici nazisti e malattie eponimiche: una storia da riscrivere”. L’iniziativa, a cui partecipano studiosi di storia, storia della medicina e medici, intende portare all’attenzione della comunità scientifica e dell’opinione pubblica un aspetto ancora poco noto delle efferatezze perpetrate dai medici nazisti su cavie umane nei campi di sterminio. L’evento - coordinato da Franco Piperno, delegato del Rettore per le iniziative culturali - si svolge in collaborazione con la Comunità ebraica di Roma e l’Ospedale Israelitico. Intervengono, tra gli altri, il Rettore Eugenio Gaudio; il presidente della Comunità ebraica di Roma Riccardo Pacifici. Introduzione ai lavori di Gilberto Corbellini e Maria Conforti