Giovedì 31 ottobre 2019, presso l'Aula magna del Rettorato, si è tenuta l'annuale Giornata della trasparenza. L'appuntamento, giunto alla quinta edizione, rappresenta un momento di riflessione sulla gestione e sulle politiche adottate dell'Ateneo orientate a diffondere una cultura della trasparenza verso tutti i suoi stakeholder. L'edizione 2019 ha approfondito il tema dell'etica come principio ispiratore dei comportamenti di trasparenza e anticorruzione in ambito pubblico. 

Nel corso dell'incontro sono stati presentati contributi di Theatron - Teatro antico alla Sapienza, a cura di Anna Maria Belardinelli, per la regia di Adriano Evangelisti. Il primo brano teatrale, il Prologo delle Troiane di Euripide, interpretato da Francesca Pimpinelli e Luigi Lucà, ha aperto la giornata.

Dopo l'intervento teatrale Mario Morcellini, consigliere alla Comunicazione della Sapienza, ha introdotto la giornata commentando il titolo "L'etica come guida alla trasparenza" attribuito all'edizione di quest'anno, per poi passare la parola per i saluti istituzionali a Renato Masiani, prorettore vicario.

A seguire sono intervenuti Fabiana Dadone, ministro per la Pubblica amministrazione, Fabrizio De Angelis, direttore dell'Area Affari istituzionali della Sapienza e Pasquale Basilicata, direttore generale dell'Università degli Studi Roma Tre. il teologo Gennaro Martino.

Il secondo contributo teatrale, il Dialogo tra Oreste e Elettra dalle Coefore di Eschilo, è stato interpretato da Annaclara Sileo e Mattia Spedicato. Successivamente parleranno

Tiziana Pascucci, prorettore alla Didattica, ha curato alcune testimonianze sul ruolo della trasparenza nella didattica, con la partecipazione dei docenti tutor Marianna Maranghi e Stefano Pampanin e dello studente Paolo Brescia, rappresentante degli studenti in Consiglio di Facoltà di Scienze politiche, sociologia e comunicazione. Il terzo brano teatrale, il Monologo di Cassandra dalle Troiane di Euripide, è stato interpretato da Elena Giuliano e Francesco Biagetti.
Ha concluso la giornata il direttore generale Simonetta Ranalli.

Programma