Nell'ambito del progetto internazionale "Calvino qui e altrove", coordinato da Laura Di Nicola, mercoledì 30 novembre si terrà il seminario "Calvino e i classici. "Un profumo lontano"? Calvino lettore di libri arabi e persiani". E' noto quanto lo scrittore amasse "Le mille e una notte", per i suoi contenuti favolistici e per la paradigmatica struttura a scatole cinesi, che ispirarono alcuni dei suoi lavori più celebri. Ma l'autore conobbe e lesse anche altri frammenti sparsi, di cui si trovano tracce tra le sue opere, la sua biblioteca e le sue note di lettura. Seguendo queste tracce il seminario cercherà di comprendere se, di tutto ciò, Calvino riuscì a respirare solamente "un profumo lontano" - come scrisse recensendo la versione italiana di un poema persiano medievale - o qualcosa di più.