Dal 30 settembre al 3 ottobre 2019 si terrà un convegno internazionale sul complesso rapporto tra San Girolamo e Roma. L'evento è organizzato dal Dipartimento di Storia Antropologia Religioni Arte Spettacolo (SARAS), in collaborazione con l'Università di Costanza e l'Insistutum Pastristicum Agustinianum. I primi due giorni del congresso si svolgeranno presso l'Aula Minor dell'Istituto Patristico Agustinianum, mentre mercoledì 2 e giovedì 3 ottobre gli incontri si terranno presso l'Aula Odeion della Facoltà di Lettere e filosofia della Sapienza. Girolamo di Stridone, comunemente conosciuto come San Girolamo, è un personaggio di grandissima importanza nella storia del cristianesimo. Esegeta, polemista, mediatore della cultura cristiana greca in occidente, è soprattutto noto per la sua traduzione (poi chiamata Vulgata) della Bibbia ebraica direttamente dalla lingua originale al latino. Il convegno analizzerà il complesso rapporto tra Girolamo e Roma, città amata e odiata, compianta al momento del sacco del 410, costante fonte di ispirazione e sede delle più importanti relazioni umane da lui coltivate negli anni.