Mercoledì 25 gennaio, a un anno dalla scomparsa di Giulio Regeni al Cairo, la Sapienza ha organizzato con Amnesty International Italia una manifestazione per chiedere #veritàpergiulioregeni.

L'evento, condotto dal direttore di Rai Radio 3 Marino Sinibaldi, dopo i saluti istituzionali del rettore Eugenio Gaudio ha visto gli interventi di Stefano Catucci del Senato accademico della Sapienza, Antonio Marchesi, presidente di Amnesty International Italia, Luigi Manconi, presidente di "A buon diritto" e della Commissione straordinaria Diritti umani del Senato, Patrizio Gonnella, presidente della Coalizione italiana per le libertà e i diritti civili, Giuseppe Giulietti, presidente della Federazione nazionale della stampa italiana, Carlo Bonini, giornalista del quotidiano la Repubblica.

Nel corso della manifestazione lo scrittore Erri De Luca e gli attori Arianna Mattioli e Andrea Paolotti hanno letto estratti dei diari di viaggio del ricercatore scomparso e sono intervenuti, in collegamento telefonico, Paola e Claudio Regeni, genitori di Giulio. E' seguito un flash mob nel corso del quale i partecipanti hanno mostrato cartelli col volto di Giulio Regeni e numeri da 1 a 365, per ricordare l’anno trascorso.

La manifestazione si è chiusa con il coro MuSa Blues della Sapienza, diretto dal maestro Giorgio Monari, che ha eseguito: "Sometimes I Feel Like A Motherless Child" (Spiritual); "Go Down Moses" (Spiritual); "Amazing Grace" (Tradizionale/John Newton; arr. Chris Norton & Leroy Johnson); "Siyahamba" (Tradizionale Zulu; arr. Doreen Rao).

Hanno aderito: A buon diritto, Arci, Articolo21, Antigone, Associazione Amici di Roberto Morrione, Associazione italiana turismo responsabile, Aoi-Associazione delle Organizzazioni italiane di cooperazione e solidarietà internazionale, Associazione Stefano Cucchi Onlus, Associazione studentesca “Sapienza in Movimento”, Associazione studentesca "Vento di Cambiamento Fenix", Cgil-Area delle politiche europee e internazionali, Cild, Cittadinanzattiva, Conversazioni sul futuro, Coordinamento della Rete della Pace, Cospe, Cps, Focsiv, Fsni-Federazione nazionale della stampa italiana, Iran Human Rights Italia, il Manifesto, Italians for Darfur, la Repubblica, Legambiente, Link-Coordinamento universitario, Nexus Emilia Romagna, #NOBAVAGLIO pressing, Agenzia stampa internazionale Pressenza, Radio Popolare, Rai Radio 3, Un ponte per…

Hanno partecipato inoltre alla manifestazione una delegazione di studenti e docenti degli istituti superiori tra cui Istituto Marie Curie, Istituto Torricelli, Istituto via di Saponara 150, Liceo Aristofane, Liceo Caetani, Liceo Orazio, Liceo Plauto e Liceo Manzoni di Latina.