Lunedì 23 ottobre, alle ore 9.30, nell’aula organi collegiali del palazzo del Rettorato, avrà luogo il convegno di studi organizzato dalla Fondazione Roma Sapienza, dal titolo L’arte della fuga. Ripellino e gli itinerari nel meraviglioso tra letteratura e storia, in occasione del centenario della nascita del traduttore e poeta. La Fondazione Sapienza ricorderà Angelo Maria Ripellino (1923-1978), maestro degli studi slavistici, allievo di Ettore Lo Gatto e rappresentante eminente di una delle grandi scuole della Sapienza: quella Scuola di slavistica che ha annoverato tra i suoi esponenti grandi studiosi come Giovanni Maver, Riccardo Picchio, Sante Graciotti e Michele Colucci.
Professore ordinario di Lingua e letteratura russa e ceca, Ripellino è stato anche poeta, narratore, traduttore dal russo, ceco, polacco, narratore, critico teatrale, saggista, pubblicista. Il convegno indagherà i diversi aspetti della sua multiforme opera.