Giovedì 21 novembre alle ore 9.30, presso l’Aula Gini della Facoltà di Scienze statistiche, si terrà la conferenza "Sapienza si muove", per illustrare a studenti, personale universitario e stakeholder esterni il Sapienza Sustainable University Mobility Plan (Sump), il Piano universitario della mobilità sostenibile redatto da un team di esperti, appartenenti al Centro di ricerca per il trasporto e la logistica (Ctl) e all’Area patrimonio e servizi economali (Apse). Il progetto nasce dall’esigenza di conoscere e migliorare, nella direzione della sostenibilità, le modalità di spostamento degli studenti e dei dipendenti di una delle università più antiche e grandi del mondo, con sedi inserite in un contesto urbano complesso e ricco di sfide, come quello della città di Roma.

L’universo Sapienza coinvolge ogni giorno 130mila persone, determinando flussi di traffico consistenti: una piccola città nella città, in movimento tra sedi, alcune delle quali situate nel centro storico della Capitale. Il Sump, partendo dall’analisi dei dati di spostamento, definisce strategie e interventi da attuare nel breve, medio e lungo periodo, al fine di rendere più facile ed ecosostenibile la mobilità di studenti e personale.

La prima sessione dell'incontro sarà dedicata interamente al Sump. Partendo dall’analisi degli spostamenti, sarà delineato un quadro ampio, dettagliato e indicativo delle problematiche reali e percepite. Verranno presentate le iniziative in corso e quelle previste dal nuovo Piano. I dati e le strategie presentate saranno discusse in una tavola rotonda con gli studenti. La seconda sessione sarà dedicata alle esperienze di altre Università e alle attività della Rus -Rete delle università per lo sviluppo sostenibile. La rete, sostenuta dalla Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (Crui), è stata creata per incrementare il coordinamento e la condivisione di strategie tra tutti gli atenei italiani impegnati sui temi della sostenibilità ambientale e della responsabilità sociale. Nell’ottica di una cooperazione sempre più concreta tra mondo accademico e amministrazioni locali, racconteranno le loro esperienze di sostenibilità Roma Servizi per la Mobilità e altre due università romane, Tor Vergata e Roma Tre che, insieme a Sapienza, hanno firmato con Roma Capitale uno specifico protocollo per definire le strategie integrate di mobilità sostenibile. Infine interverranno altri atenei virtuosi come l’Università di Catania, premiata dall’Europa per aver incentivato l’uso del trasporto pubblico, donando a 40mila studenti tessere gratuite per utilizzare i mezzi pubblici cittadini, l’Università della Campania Luigi Vanvitelli e l’Università di Milano-Bicocca.