Venerdì 20 gennaio presso l'edificio di Lettere, si è tenuto un seminario interdisciplinare dedicato alla stregoneria e in particolare al diverso modo in cui è stata concettualizzata, tenendo conto dell'influenza esercitata dalla trasformazione del contesto storico-sociale e culturale su questo tema tanto dibattuto.I partecipanti al seminario hanno discusso sul fenomeno non solo in ambito europeo ma, in un'ottica comparativa, anche in contesti extraeuropei. Nel corso dell'incontro è stato approfondito lo studio dell'antropologo britannico E. E. Evans Pritchard dedicato alla stregoneria praticata nelle società africane, considerato dal mondo accademico come un caposaldo della riflessione sui sistemi di credenze e sui processi che determinano la loro persistenza e il loro abbandono.