Continuano gli appuntamenti di Classica al Tramonto, il Festival di musica da camera che la Iuc (Istituzione universitaria dei concerti)  organizza ogni estate negli spazi verdi di Roma. Quest’anno sede dei concerti è il Museo Orto Botanico della Sapienza, un giardino storico nel cuore di Trastevere, un luogo segreto e silenzioso a ridosso di Palazzo Corsini alla Lungara. La manifestazione, giunta quest'anno alla terza edizione, intende presentare al grande pubblico alcuni dei migliori solisti e gruppi italiani, giovani ma già affermati. Venerdì 17 luglio alle 20.30 il pianista Alessando Simoni, ventiquattrenne, allievo di Gildà Buttà,  suona Chopin, Liszt e Stravinskij. Sempre venerdi, alle 21.30 si potranno ascoltare un Trio di Rachmaninov e un Quartetto di Schumann nell’esecuzione della violinista Mirei Yamada, del violista Luca Sanzò, della violoncellista Lara Biancalana e dei pianisti Andrea Di Marzio e Antonino Fiumara: un gruppo formato da maestri e allievi dell’Avos Chamber Music Project. Merita una segnalazione la giovanissima violoncellista, che nel 2018 ha vinto a soli quattordici anni una borsa di studio per la Yehudi Menuhin School. L’acquisto dei biglietti può essere effettuato on line su www.vivaticket.it o telefonando alla Iuc ai numeri 06-3610051/2 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 17. Inoltre è necessario munirsi del biglietto del Museo Orto Botanico, acquistabile al botteghino del museo stesso il giorno del concerto.