Venerdì 17 maggio alle 15.00, presso il Centro Congressi di via Salaria, si terrà il convegno "Il dibattito pubblico sulla Ue alla prova del voto. Quarant’anni di elezioni europee".  E' il secondo di due appuntamenti che hanno l'obiettivo di offrire un'occasione di riflessione condivisa a docenti e studenti, esperti e società civile sul significato dell’essere europei e sui nuovi scenari che si prospettano dopo le elezioni del 26 maggio. Al centro del dibattito le sfide dell’agenda europea, i riflessi sulla politica e sull’economia nazionale, la comunicazione dell’Europa e sull’Europa, il ruolo delle istituzioni comunitarie e del giornalismo nella costruzione e “manutenzione” del discorso pubblico europeo. Diverse le voci chiamate a discutere di questi temi – giuridiche, mediali, accademiche – al fine di stimolare un dibattito sul compito del giornalismo rispetto alla consapevolezza, da parte dei cittadini, dell’importanza della partecipazione elettorale e, più in generale, sul ruolo che l'istituzione che li rappresenta potrà giocare nei prossimi anni. L’incontro, che rientra nelle attività dell’Unità di ricerca EuPolis, sarà coordinato da Giampiero Gramaglia, direttore di Affarinternazionali.it, e vedrà la partecipazione di Adriana Ciancio, docente di Diritto costituzionale dell’Università degli studi di Catania, Francesco Gui, docente di Storia moderna della Sapienza, Maurizio Molinari, addetto stampa del Parlamento Europeo in Italia, Constanze Reuscher, corrispondente dall'Italia per Die Welt, Alessandro Sansoni, direttore di CulturaIdentità, Thierry Vissol, consigliere speciale Media & Comunicazione alla Rappresentanza in Italia della Commissione europea.