Giovedì 16 maggio alle 14.30, presso l'Aula B2 della Clinica Odontoiatrica, nel Dipartimento di Scienze odontostomatologiche e maxillo facciali, si terrà un incontro dedicato al tema delle ricerche ed esperimenti condotti dai medici nazisti nei campi di concentramento. L'obiettivo è quello di comprendere quali sono stati i rapporti tra la medicina e le politiche razziali nazi-fasciste e che ruolo abbiano avuto i medici in questo processo di disumanizzazione delle persone in nome della distinzione tra razze pure e impure. Durante il congresso interverranno Paul Weindling della Oxford Brookes University e Volker Roelcke dell'Università di Gießen. Umberto Gentiloni, docente della Sapienza, intervisterà Tatiana Bucci, sopravvissuta ad Auschwitz e testimone delle sperimentazioni condotte nei lager dai medici nazisti. Il libro "Noi, bambine ad Auschwitz" farà da filo conduttore al dibattito, costituendo una delle testimonianze più importanti per la storia della medicina nazista.