Martedì 16 aprile alle 20.30, presso l'Aula magna del Rettorato, si esibirà il Quartetto Prometeo. Per l'occasione eseguirà per la prima volta in assoluto l'ultimo Quartetto di Schubert, un sublime capolavoro dei suoi anni estremi, il quartetto op. 3 di Berg, pagina fondamentale del primo ‘900 ed una novità di Matteo D’Amico, "Scène d'Hérodiade", ispirata a un poemetto di Mallarmé. Vincitore del Leone d’Argento 2012 alla Biennale Musica di Venezia, il Quartetto Prometeo è uno dei migliori quartetti in campo internazionale ed è stato indicato dalla critica come erede dello storico Quartetto Italiano; ha suonato con grande successo al Concertgebouw di Amsterdam, al Musikverein di Vienna, alla Wigmore Hall di Londra e collabora frequentemente con altri famosi musicisti come Mario Brunello, Alexander Lonquich e Lilya Zilberstein.