Mercoledì 15 dicembre 2021, alle ore 11.30, presso la Sala del Chiostro della Facoltà di Ingegneria, avrà luogo la cerimonia dello svelamento della targa commemorativa "Milestone" che l’Institute of Electrical and Electronics Engineers (IEEE), la maggiore organizzazione mondiale scientifica e tecnico-professionale, ha conferito alla Sapienza per celebrare Giovanni Giorgi. L'evento si svolgerà alla presenza della rettrice Antonella Polimeni e del preside della Facoltà di Ingegneria civile e industriale Antonio D'Andrea. La targa è stata attribuita alla Sapienza su proposta di Fabrizio Frezza, docente del Dipartimento di Ingegneria dell'informazione, elettronica e telecomunicazioni, per onorare l'ingegnere Giorgi, scienziato e professore di Trasmissioni e misure telegrafiche e di comunicazioni elettriche alla Sapienza, per l'ideazione del sistema internazionale di misura delle grandezze fisiche, sistema oggi universalmente utilizzato tanto in campo scientifico e tecnico quanto nella vita quotidiana. Si tratta del riconoscimento più prestigioso dell'IEEE, già conferito in Italia per commemorare l'opera di Alessandro Volta, Galileo Ferraris, Guglielmo Marconi, Enrico Fermi e più recentemente il progetto Virgo sulle onde gravitazionali. 
Nel pomeriggio, l'evento proseguirà con lo svelamento di una seconda targa presso l'Istituto tecnico-industriale statale Galileo Galilei che custodisce il Fondo Giorgi, ovvero una raccolta di oltre 5000 documenti comprendenti la biblioteca personale dello scienziato, testimonianza viva della sua formazione culturale nella prima metà del XX secolo e delle sue relazioni con la comunità scientifica.
Alla cerimonia prenderanno parte le massime autorità mondiali e nazionali dell'IEEE ed interverranno Antonio Savini dell'Università di Pavia, membro del Comitato storico dell'IEEE, Luca Callegaro dell'Istituto nazionale di ricerca metrologica di Torino, Nunzio Allocca del Dipartimento di Filosofia e Valerio Parisi del Dipartimento di Fisica. Verranno presentati, infine, i contributi di natura biblioteconomica di Antonietta A. Zucconi della Sapienza e di Chiara Carlucci dell'INAPP.