Venerdì 15 giugno, presso la sala prove MuSa del Palazzo del Rettorato, avrà luogo il concerto di EtnoMuSa diretto da Letizia Aprile. Il gruppo eseguirà una rassegna di canti di lavoro e politici del Novecento, compiendo un percorso attraverso eventi e questioni sempre aperte della storia d’Italia. Commenti di Antonio Rostagno. Il programma spazia da testi autobiografici di Calvino, come "Avevamo vent’anni", "O cara moglie", canzone politica di Ivan della Mea, "Dove vola l’avvoltoio", il "Lamento per la morte di Turiddu Carnevale", canzone ispirata dall’uccisione mafiosa nelle campagne di Sciara nel 1955 del sindacalista Salvatore Carnevale. La performance proseguirà con "La brigada Garibaldi", inno delle brigate garibaldine della provincia di Reggio Emilia, "La pianura dei sette fratelli Cervi", e ancora "Gorizia", "Gran Dio del Cielo", il "Tragico naufragio del Sirio", nave che naufragò in Spagna provocando la morte di 500 migranti da Genova, "Son la mondina, son la sfruttata", del 1950, ripresa da una canzone di risaia dal titolo “La rondinella”. Ingresso gratuito