Mercoledì 15 gennaio 2020 alle ore 15.00 presso l'Aula A Livio Capocaccia dell'Edificio di Medicina traslazionale e di precisione, si terrà il workshop "Lupus Eritematoso Sistemico, malattia multiorgano. Utilizzo dei machine learning models nella valutazione del danno". Il Lupus Eritematoso Sistemico (LES) è una patologia autoimmune a eziologia multifattoriale, che si caratterizza per una notevole eterogeneità laboratoristica e clinica. Da un punto di vista strettamente laboratoristico, i pazienti con LES possono presentare positività per numerosi autoanticorpi. Inoltre, i pazienti possono presentare un ampio spettro di manifestazioni cliniche. Si distinguono generalmente forme lievi-moderate, con prevalente impegno cutaneo, ematologico e articolare, da quelle più severe, con interessamento renale e neuropsichiatrico. La terapia dovrà essere personalizzata in accordo con il fenotipo clinico e laboratoristico. Nell’ambito della gestione dei pazienti affetti da LES, accanto al controllo dell’attività della malattia, è fondamentale la prevenzione dello sviluppo del danno cronico irreversibile. Tale complicanza è determinata dall’attività di malattia, in maniera diretta, ma anche indiretta in termini di effetti avversi dei farmaci utilizzati per il controllo della stessa. Negli ultimi anni i modelli di apprendimento automatico (machine learning models) hanno trovato ampio spazio nell’ambito medico, soprattutto in termini di predittività di fenomeni biologici. Nel presente seminario, verranno presentate le possibili applicazioni dei suddetti modelli nell’ambito del LES, con particolare riferimento al danno cronico. Interverranno Fabrizio Conti e Fulvia Ceccarelli dell'Università Sapienza di Roma e Marco Sciandrone dell'Università degli Studi di Firenze.