Giovedì 14 marzo alle 13.00, presso l’Aula 107 dell’Edificio Marco Polo, Kojima Yoshie, docente di Storia dell’arte presso l'Università Waseda di Tokyo, e Claudio Zambianchi, docente di Storia dell’arte contemporanea presso il Dipartimento di Storia antropologia religioni arte spettacolo della Sapienza, dialogheranno sul tema del futuro da una prospettiva artistica duplice: giapponese e italiana. Dai primi contatti tra Giappone e Italia, fino all’arte contemporanea, il confronto tra le rappresentazioni del futuro affidate alla creatività ha fatto emergere interessanti riflessioni sui piani di reciproca influenza e sul rapporto tra produzione e fruizione. La lezione fa parte del ciclo di incontri “Mirai/Shōrai: cinque incontri su futuri possibili” in collaborazione con l’Istituto Giapponese di Cultura in Roma.