Martedì 13 dicembre alle ore 10.00, presso l'Aula A di Patologia generale del Policlinico Umberto I  e mercoledì 14 dicembre 2022 alle ore 8.30, presso l'Hotel The Hive, si terrà il congresso SIAMomicS dal titolo Interazioni nutrizionali, nutraceutiche e farmacologiche nella salute riproduttiva sessuale.  

I lavori,  promossi dalla SIAMS, si apriranno con il festeggiamento per il 40° dalla fondazione della prima Cattedra di Andrologia italiana, presso l'Ateneo, e vedranno la collaborazione di importanti società scientifiche tra cui SIE, EAA, SINU, SINUT, SIERR e SIFES.

Nel corso degli ultimi decenni la salute riproduttiva e sessuale è divenuta importante non solo come specchio di salute generale, ma anche come disciplina con una propria dignità. Il contributo di prestigiose società scientifiche e Scuole universitarie italiane ha delineato, con autorevolezza, alla comunità scientifica internazionale il perimetro di una tematica complessa, multidisciplinare e indispensabile. Parallelamente osserviamo come la nutrizione e la nutraceutica in tutti campi della medicina hanno assunto un ruolo crescente nella comprensione della fisiopatologia umana, vedendo (per quanto riguarda l’andrologia) la SIAMS già all’avanguardia con linee guida e numerosissime pubblicazioni di elevato impatto scientifico. Da queste premesse nasce il  convegno, volto ad affrontare le tematiche delle interazioni nutrizionali, nutraceutiche e farmacologiche nella salute sessuale e riproduttiva, con un’ottica basata sulle conoscenze attuali più avanzate, affermando il pensiero scientifico e rimuovendo luoghi comuni.

Nel corso delle due giornate si alterneranno esperti internazionali per affrontare le tematiche della terapia delle disfunzioni sessuali maschili e femminili, dell’infertilità, della oncofertilità e della relazione tra queste problematiche e il rischio cardiovascolare.

Sessioni specifiche saranno dedicate al rapporto tra nutrizione/nutraceutica e le tematiche andrologiche ed infettivologiche, considerando con attenzione il ruolo del microbiota, dell’infiammazione e dell’obesità