Giovedì 13 giugno alle 15.30, presso l'aula Acquario dell'Edificio di Economia, si terrà la prima delle due giornate della conferenza internazionale dal titolo “Can Public-Private Partnerships Improve Efficiency in Building Infrastructure?”. L'iniziativa è organizzata dallo European Center for the Study of Public Choice (ECSPC) del Dipartimento di Diritto ed economia delle attività produttive e dal Walter Eucken Institut di Freiburg e sponsorizzata da Cassa Depositi e Prestiti. La parziale privatizzazione attraverso il partenariato pubblico-privato (PPP) è uno degli strumenti principali per rispondere agli insufficienti investimenti in infrastrutture. Si ritiene che migliori l’efficienza trasferendo il finanziamento, la gestione e la manutenzione delle infrastrutture alle imprese private. Tuttavia, le opinioni sono discordanti poiché una parte degli studiosi ritiene che il PPP non sia uno strumento in grado di produrre effetti positivi sulla produttività. In particolare, è invalsa la distinzione tra PPP buono, basato sul rischio di domanda e PPP cattivo, basato su meccanismi di remunerazione per la disponibilità dell’opera. In risposta alle criticità che comporta, sono stati sviluppati nuovi modelli basati sulla condivisione dei rischi tra le parti. La conferenza affronterà questa gamma di problemi avvalendosi di studiosi di alto profilo sia italiani che stranieri. Per ulteriori informazioni consultare il programma in allegato.