Giovedì 12 e venerdì 13 ottobre, presso l'Aula magna del Rettorato, andrà in scena per le scuole la commedia "Tesmoforiazuse" di Aristofane, ultima produzione di Theatron – Teatro antico alla Sapienza. Protagoniste della rappresentazione, le donne che cercano vendetta nei confronti di Euripide, colpevole di averle messe in cattiva luce nelle sue tragedie. L'intreccio, che coinvolge i temi della ritualità e della fertilità, è trasposto in un mondo onirico con richiamo alle civiltà orientali nelle quali sopravvive forte il legame con i riti tradizionali. L’intera commedia inoltre rappresenta un vero e proprio esempio di metateatro, teatro nel teatro nel quale i continui travestimenti dei protagonisti danno vita a una girandola di situazioni divertenti, bizzarre e paradossali. Sulla scena viene proposta la traduzione curata da Giuseppe Mastromarco (UTET, Torino 2006), adattata dai partecipanti al Laboratorio di traduzione che hanno mantenuto l’originalità, gli elementi caratteristici e l’efficacia interpretativa del testo originario. Il coordinamento del progetto è a cura di Anna Maria Belardinelli, docente di Filologia classica, l’ideazione e la regia dello spettacolo sono di Adriano Evangelisti.