Venerdì 10 maggio alle 14.30, presso l'Aula del Chiostro della Facoltà di Ingegneria civile e industriale, si terrà il seminario "Imprese e università: il progetto delle infrastrutture per la transazione energetica". L'iniziativa, organizzata nell'ambito della Rete universitaria per la sostenibilità e inserita all'interno del Festival della sostenibilità, nasce dall'importanza che ha l'innovazione all'interno del settore energetico in quanto costituisce uno dei pilastri fondamentali della sostenibilità e per questo diviene sempre più strategico focalizzarsi sui temi del trasferimento tecnologico e del rapporto tra aziende e università. L’Europa ha deciso infatti di andare verso la decarbonizzazione e l’indipendenza energetica per i vantaggi ambientali, economici, sociali derivanti da tali scelte. Le politiche energetiche sono quelle indicate dalle direttive europee in materia di clima ed energia: il replacement progressivo con le fonti rinnovabili che hanno costi sempre più competitivi,una coerente governance dell’energia associata alla sua digitalizzazione, un sostegno ad un programma diffuso di mobilità sostenibile, elettrica e non solo, le bioenergie. Per far questo lo sviluppo delle infrastrutture nella transizione energetica è una priorità assoluta. Il seminario vede quindi il coinvolgimento di tutti i più grandi player dell’energia in Italia, come Enel, Eni, Snam e Terna, e di alcuni suoi esponenti per discutere di quali sinergie debbano essere messe in campo e di quale ruolo può giocare l’innovazione e la ricerca nello sviluppo dei progetti di reti e storage elettrici e del gas, dopo l'introduzione del preside della Facoltà di Ingegneria civile e industriale Antonio D’Andrea.
Per maggiori informazioni consultare il programma.