Lunedì 9 maggio, presso l'aula Odeion del Museo dell'arte classica si tiene un convegno sullo stato dell'arte, le metodologie di analisi e le potenzialità relative all'impiego dell'allume dall'antichità fino all'età contemporanea. La produzione è osservata sotto una duplice veste: l'attenzione ai processi e ai modi dell'estrazione del materiale e ai cambiamenti che questi determinano nelle infrastrutture economiche.
L'evento si propone di tracciare nuovi quadri storiografici poiché la ricerca archeologica, grazie all'uso di fonti proprie, permette di proporre dei quadri ricostruttivi anche in assenza di documenti scritti. Il convegno si articola in tre sezioni: il complesso dell'allume tolfetano, il contesto toscano, l'allume mediterraneo ed il nord Europa.