Nelle giornate di giovedì 9 e venerdì 10 febbraio il Dipartimento di Scienze sociali ed economiche, nell'ambito del Lia MediterraPolis, ha promosso un incontro dal titolo "Gli hinterland del Mediterraneo. I retroterra delle città di mare". L'obiettivo è di promuovere una riflessione interdisciplinare (sociologica, urbanistica, storica, geografica ed economica) sugli hinterland nel contesto delle grandi agglomerazioni urbane del Mediterraneo, sulla loro evoluzione e sull'entità dei rapporti che li legano alle città. L’approccio interdisciplinare, compresa l’analisi storica di lunga durata, è necessario per comprendere la formazione delle aree metropolitane attuali, ricostruendo i processi di definizione (e riconfigurazioni successive) dei limiti territoriali e le diverse forme di sedimentazione nell’occupazione e nell’habitat dei territori, nonché il ruolo giocato dalle infrastrutture a livello locale.
I workshop: giovedì 9 febbraio con "L’urbanizzazione oltre la città. Per una sociologia degli hinterland"; nel pomeriggio il tema trattato "Territori fragili e paesaggi in dismissione. Rigenerazione urbana degli hinterland del Mediterraneo"; venerdì 10 febbraio l'evento  si è concluso con una riflessione dal titolo "Dentro e fuori le mura. Tracce e frammenti degli hinterland del Mediterraneo".