Giovedì 6 giugno alle 15.30, presso la Sala delle lauree dell'Edificio di Giurisprudenza, si terrà la presentazione dei primi cinque volumi di "Scriptores iuris Romani", progetto finanziato dall'European Research Council, e che vede la Sapienza come Host Institution. Si tratta di un'occasione per riflettere su un nuovo modello storiografico, che propone una visione del diritto romano con al centro, per la prima volta, il concreto operare dei giuristi antichi. Il lavoro degli studiosi impegnati nel progetto apre anche la strada a una rinnovata valutazione del pensiero giuridico romano nella costruzione della cultura giuridica europea: un bilancio che presuppone uno sguardo aperto sul futuro. Apriranno i lavori il rettore Eugenio Gaudio, il preside della Facoltà di Giurisprudenza Paolo Ridola e il direttore del Dipartimento di Scienze giuridiche Luisa Avitabile. Seguiranno gli interventi di Andrea Di Porto, Oliviero Diliberto, Michel Humbert, Italo Birocchi e Mario Buonocore. Concluderà l'incontro lo scrittore Gianrico Carofiglio.