Lunedì 6 maggio alle 10.30, presso il Centro Congressi di via Salaria, si terrà il convegno "Europa di chi? Riflessioni sullo spazio pubblico europeo", il primo di due appuntamenti che hanno l'obiettivo di offrire un'occasione di riflessione condivisa a docenti e studenti, esperti e società civile sul significato dell’essere europei e sui nuovi scenari che si prospettano dopo le elezioni del 26 maggio. Al centro del dibattito le sfide dell’agenda europea, i riflessi sulla politica e sull’economia nazionale, la comunicazione dell’Europa e sull’Europa, il ruolo delle istituzioni comunitarie e del giornalismo nella costruzione e “manutenzione” del discorso pubblico europeo. Dopo i saluti del rettore Eugenio Gaudio, aprirà il dibattito Tito Marci, preside della Facoltà di Scienze politiche, sociologia e comunicazione della Sapienza. Interverranno il direttore della Paris School of International Affairs (PSIA) dell’Institut d'études politiques de Paris - Sciences Po Enrico Letta, Sergio Fabbrini dell'Università Luiss, il giornalista del "De Telegraaf" Maarten Van Aalderen e Vladimiro Zagrebelsky, giudice della Corte europea dei diritti umani (2001-2010) e direttore del Laboratorio dei diritti fondamentali di Torino. Modera Alessandra Sardoni, giornalista di LA7.